F24: da ottobre stop al cartaceo sopra i mille euro, tutte le novità

modello-F24Modello F24, fine cartaceo in banca. Solo telematico oltre i mille euro. Da domani 1° ottobre cambiano le regole per fare versamenti e compensazioni con il modello F24: in particolare, non si potranno più utilizzare il modello cartaceo o i servizi di homebanking oltre i mille euro, perché sarà obbligatorio invece l’utilizzo dei servizi telematici “F24 online“, “F24 web” e “F24 cumulativo” dell’Agenzia delle Entrate.

In pratica, per importi superiori a 1000 euro, in occasione degli adempimenti fiscali-burocratici, non ci si potrà più limitare ad andare in banca o alla Posta o presso un altro agente riscossore per compilare il modello F24: l’unica modalità di versamento consentita è quella telematica dell’Agenzia delle Entrate (online, web e cumulativo), modalità che surroga e sostituisce anche i versamenti online tramite la banca (o la Posta). Più complicati gli adempimenti, sempre rispetto ai pagamenti tramite modello F24, nei casi di modelli F24 a saldo zero e modello F24 compensato con saldo a debito.

Modello F24 a saldo zero. Nel primo caso (saldo zero) è obbligatorio sempre l’utilizzo del modello F24 nelle modalità dette (online, web, cumulativo) al posto del modello cartaceo (definitivamente in soffitta) e dell’homebanking. Per i titolari di partita Iva la novità regolamentare vale anche per l’Iva: l’obbligo di utilizzo dei canali telematici dell’Agenzia delle Entrate si applica alla compensazione a saldo zero di crediti Iva non superiori a 5mila euro.

Modello F24 compensato con saldo a debito. In questo caso oltre ai canali online, web e cumulativo del modello F24 si potrà utilizzare anche l’homkebanking. Non per le partite Iva per importi di compensazione crediti superiore ai 5mila euro (niente homebanking).

Roma, 30 settembre 2014
Fonte Blitzquotidiano
A.L.