Tatuaggi, quell’inchiostro giallo è cancerogeno: prodotto ritirato in tutta Italia

fiori-gialli-sul-braccio-e-spalla-680x365Ritirato dal mercato italiano l’inchiostro giallo per tatuaggi “Bumble Bee”, dopo che le analisi eseguite in Piemonte hanno rilevato la presenza di ammine aromatiche, sostanze altamente cancerogene. Lo ha disposto il ministero della Salute in base ai risultati delle analisi eseguite dall’Arpa del Piemonte. Al centro del provvedimento il lotto del 3 dicembre 2013 (contrassegnato con le sigle CI 21095 e CI77891) di Bumblee Bee, prodotto dall’azienda American Eternal Ink.
L’articolo è stato prelevato da personale della Asl di Torino presso un tatuatore e sottoposto alle analisi. I sospetti si sono rivelati fondati: è risultata la presenza di O-Toluidina (un’ammina aromatica cancerogena) in una concentrazione ritenuta pericolosa, 119 milligrammi per chilo. Dunque gli articoli sono stati “sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo” su tutto il territorio nazionale.
E’ la seconda volta in poco tempo che il mondo dei tatuaggi finisce al centro di un “altolà” del ministero della Salute: esattamente due mesi fa, il 31 luglio, è stata vietata l’importazione di un prodotto tedesco per la cancellazione dei tattoo, lo “Skinial”, dopo l’inchiesta del pm Raffaele Guariniello aperta in seguito alla denun cia di un paziente che dopo il trattamento aveva riportato buchi e lesioni nella pelle.

Torino, 1 ottobre 2014
Fonte Repubblica
A.L.