Tredicenne mendica al semaforo, la famiglia finisce sotto processo

processo_breve_ansaFanno mendicare un tredicenne al semaforo, la famiglia finisce sotto processo. È avvenuto a Civitanova dove un ragazzino di 13 anni era stato trovato dai carabinieri al semaforo all’uscita della superstrada a elemosinare. Quando i militari lo hanno avvicinato in mano aveva ancora una monetina da 50 centesimi che un automobilista gli aveva per avergli lavato il lunotto. La mamma è finita sotto processo per abbandono di minore, mentre il fratello maggiore e la zia che erano poco distanti dall’incrocio e lo tenevano d’occhio, sono accusati del reato di impiego di minori nell’accattonaggio. I tre imputati sono tutti di origine romena. Questa mattina in Tribunale a Macerata si è aperto il processo a loro carico davanti al giudice Claudio Bonifazi e al Pm Rocco Dragonetti.

Civitanova (MC), 2 ottobre 2014
Fonte Corriere Adriatico
A.L.