Estorsione ai danni di un benzinaio. Condanna a 4 anni ed 8 mesi per un Maresciallo della Guardia di Finanza

giustiziaIl 10 agosto del 2012, Z.P, 37 anni, maresciallo della Guardia di Finanza, fu tratto in arresto insieme a suo cugino C.P, dai carabinieri del nucleo operativo di Massafra, per estorsione ai danni di un benzinaio. La vittima sarebbe stata costretta a pagare 3000 euro, altrimenti avrebbe rischiato di essere presa di mira dalle Fiamme gialle. Per lui il PM, aveva chiesto una pena pari a 5 anni di reclusione. Il reato, inizialmente ravvisato come concussione, poiché trattasi di pubblico ufficiale, è stato successivamente inquadrato come induzione indebita a dare o promettere utilità, ai sensi della recente riforma del c.p. Le indagini sono partite dalla segnalazione ai Carabinieri da parte della stessa vittima, che ha finto di accettare la proposta, proponendo al finanziere un pagamento rateale. Il finanziere è stato condannato a scontare una pena di 4 anni e 8 mesi.

Elena Ricci