Farmacista uccisa: amico l’ammazzò per avidità

toghe giustiziaUn “manipolatore” e un “bugiardo”, un “soggetto avido e incline alla violenza”, che per questo ha ucciso la farmacista friulana Daniela Sabotig. Lo dicono e motivazioni della sentenza di condanna a 30 anni di reclusione per l’imprenditore trentino Ivan Zucchelli, 48 anni, i cui legali sono pronti a ricorrere in appello. La donna, 54 anni, era stata trovata morta il 4 febbraio 2013 in val di Ledro, nella sua auto in fondo a una scarpata, mentre l’uomo ne era uscito praticamente illeso.

TRENTO, 5 OTT

Ansa

LCSO