Operaio morto in una cella frigorifera

ambulanza2Vado Ligure – È stato ritrovato morto tra i bancali di prodotti surgelati all’interno di una cella frigo della ditta Frigo Genova al Vio del porto di Vado Ligure. Si tratta di un operaio che questo pomeriggio, intorno alle 16,30, è stato ritrovato a terra privo di coscienza.

La vittima è il genovese Maurilio Orlandini, 41 anni, dipendente della “Frigo Genova” srl, una ditta che opera all’interno dell’Interporto vadese. Ora sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri e degli ispettori Asl 2. Si indaga per omicidio colposo.

Il decesso si è verificato all’interno delle aree Vio, il Vado Intermodal Operator. Dell’accaduto è stato informato il sostituto procuratore Daniela Pischetola. La salma è a disposizione della magistratura. L’area dove si è verificata la tragedia ospita una dozzina di aziende specializzate nello stoccaggio di prodotti alimentari.

Diversamente da quanto pensato inizialmente, Orlandini non è morto schiacciato da un peso: non è chiaro che cosa ne abbia provocato il decesso ma per il momento sarebbe escluso l’evento traumatico.

I suoi colleghi lo stavano cercando da circa mezz’ora. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, la Croce Rossa di Vado Ligure, insieme ai carabinieri. L’uomo è deceduto dopo un lungo tentativo di rianimazione.

Il Secolo XIX

lc