Il biliardino “non è autorizzato” Barista deve sborsare più di 1400 euro

calcio balillaSi riapre il caso del gestore di un locale accusato di consentire il gioco d’azzardo per via di un calciobalilla senza gettone

Stefano Ceolin, titolare di un ristorante nel centro di Mestre, era stato multato nel 2011 dai vigili urbani per via di un biliardino non autorizzato all’interno del locale. Per questo si era anche guadagnato l’accusa di “consentire il gioco d’azzardo”. Adesso il caso si è riaperto perché Ceolin si è visto rigettare il ricorso per assenza di marche da bollo.

consentire il gioco d’azzardo per via di un calciobalilla senza gettone

– Stefano Ceolin, titolare di un ristorante nel centro di Mestre, era stato multato nel 2011 dai vigili urbani per via di un biliardino non autorizzato all’interno del locale. Per questo si era anche guadagnato l’accusa di “consentire il gioco d’azzardo”. Adesso il caso si è riaperto perché Ceolin si è visto rigettare il ricorso per assenza di marche da bollo.

Burocrazia e altri intrighi – Per via di un cavillo burocratico la vicenda si è complicata, e il titolare del locale è costretto a sborsare più di 1400 euro per il calciobalilla senza gettone. La multa è stata confermata, ma la quota è così alta perché non è più la stessa del 2011. Nel corso di questi tre anni e mezzo, infatti, la sanzione è salita del 20%. Ma Ceolin non si dà per vinto: ha fatto sapere che continuerà la sua battaglia in appello, e non ha tolto il biliardino della discordia dal suo locale.

Fonte: TgCom24

lc