Fiamme nella notte: distrutti 11 camion

carabinieri26Undici camion della società Faro di San Biagio di Argenta sono stati incendiati la scorsa notte; uno di questi è andato completamente distrutto. Un rogo palesemente doloso, come mostrano i video delle telecamere di videosorveglianza della ditta. Nel luogo dell’incendio, nella zona dell’ex zuccherificio del paese, oltre ai vigili del fuoco sono presenti dalla prima mattina di oggi anche i carabinieri e i tecnici della scientifica per i rilievi.

Al vaglio degli inquirenti ci sono i fotogrammi del circuito di videosorveglianza in cui si vedono diverse persone aprire i portelloni, entrare e con un innesco accendere le fiamme che hanno distrutto gli abitacoli dei camion. In una delle cabine dei mezzi, inoltre, è stato trovato un innesco ancora integro, una sorta di ‘diavolina’, i cubetti infiammabili usati per il barbecue. Le fiamme poi si sono propagate anche in parte all’esterno. Il danno è mezzo milione di euro. Il titolare della ditta, un imprenditore argentano, dai primi riscontri non avrebbe ricevuto né minacce né avvertimenti.

I carabinieri – da quanto si apprende – ipotizzano comunque che possa trattarsi di una possibile ritorsione, visto che l’imprenditore nella sua attività della multisocietà Faro, gestisce diversi appalti lungo tutto la penisola per lo spargimento sale e la pulitura da neve delle autostrade e le strade principali della rete viaria nazionale. In particolare in zone del Centro nord e in Abruzzo, dove ha vinto un appalto recentemente. I camion sono del tutto inutilizzabili e parzialmente distrutti, i militari dell’Arma hanno già inviato segnalazioni al magistrato di turno con il quale si stanno coordinando tutti i reparti coinvolti di Ferrara e Portomaggiore. Sul posto ovviamente, dalle prime ore della notte i vigili del fuoco di Portomaggiore e di Ferrara che hanno potuto circoscrivere le fiamme e controllare l’esito degli incendi dopo diverse ore di lavoro.

Per gli inquirenti si tratta di un atto gravissimo, che mette in difficoltà l’attività dell’azienda proprio in vista della sua stagione lavorativa invernale, per il gelo e neve attesi sulle strade. I macchinari sono inutilizzabili e il titolare dovrà pensare all’acquisto di nuovi macchinari (quelli bruciati erano tutti assicurati).

Argenta (Ferrara), 10 ottobre 2014

Il Resto del Carlino

LCSO