Scontro sul dna di Stasi

stasiPrimo «scontro» in aula tra accusa e difesa sui risultati delle nuove perizie che i giudici d’appello «bis» hanno assegnato nel processo che vede indagato Alberto Stasi per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi. Prima il confronto sull’evitamento consapevole delle macchie sul pavimento della villetta di via Pascoli a Garlasco (Pavia), poi i risultati genetici sulle unghie della 26enne uccisa il 13 agosto 2007 hanno tenuto banco nell’udienza di ieri; udienza aggiornata al prossimo 15 ottobre quando ci sarà il contro esame dei periti da parte del pg Laura Barbaini e del collegio difensivo guidato da Angelo e Fabio Giarda. In particolare la difesa ha chiesto spiegazioni su alcuni dati contenuti in una tabella sull’analisi delle unghie di Chiara che lascerebbero ipotizzare la presenza di due diversi cromosoma Y, quindi tracce di Dna maschile, di cui solo uno sarebbe riconducibile ad Alberto. Si tornerà in aula il 15 ottobre, poi altre udienze sono state fissate per il 20, 27 e 29 ottobre prossimo.

Fonte Il Tempo

Milano, 10 ottobre 2014

DE