Cinesi gestivano 17 case a luci rosse, arrestati marito e moglie

poliziaSono accusati di avere gestito 17 case di appuntamento tra Assisi, Bastia Umbra e Perugia due coniugi cinesi arrestati dalla polizia; alla donna, madre da qualche mese, sono stati concessi i domiciliari.

A prostituirsi – è emerso dall’indagine – loro connazionali fatte giungere in Italia con la prospettiva di lavorare come massaggiatrici ma poi private del passaporto e quindi segregate negli appartamenti (sette quelli sequestrati) dove erano costrette a prostituirsi. Il personale del commissariato di Assisi ha identificato anche una cinquantina di clienti, alcuni dei quali risultati con professioni e condizione sociale “assolutamente insospettabili”.

Assisi, 11 ottobre 2014
Fonte Unione Sarda
A.L.