Dimentica la carta d’identità e viene escluso da un appalto: imprenditore si suicida

suicidio disperazione disperatoL’uomo, 59 anni, non riusciva a darsi pace per la dimenticanza. Il bando era per la gestione del Caffè Letterario, che lui gestiva da 12 anni

Ha dimenticato di allegare la fotocopia della carta d’identità nella domanda di un appalto: per questo motivo, che ha portato la sua offerta a essere esclusa, un imprenditore di 59 anni di Pordenone si è suicidato.

Giovanni Scrizzi è stato trovato morto oggi pomeriggio a Cordenons, sul greto del fiume Meduna. Il cadavere dell’uomo giaceva all’interno della propria auto: i congiunti avevano lanciato l’allarme giovedì pomeriggio e da allora anche le forze dell’ordine avevano iniziato le ricerche.

Secondo quanto avrebbe riferito agli amici prima di sparire nel nulla, l’uomo non riusciva a darsi pace per la motivazione che aveva portato il Comune ad escluderlo dalla gara per la gestione del Caffè Letterario, che conduceva da 12 anni.

Gli uffici municipali, non essendo stati rispettati i termini del bando, non hanno potuto che estrometterlo dalla graduatoria, senza nemmeno poter prendere in considerazione l’offerta economica e culturale presentata da Scrizzi. Il Caffè Letterario, di proprietà del Comune, è da anni un punto di riferimento per l’attività culturale di Pordenone.

Fonte: Repubblica

One thought on “Dimentica la carta d’identità e viene escluso da un appalto: imprenditore si suicida

  1. Oggi dovevo andare in bagno, ma non avevo con me la fotocopia del documento.
    Viviamo in un paese ridicolo. A volte vorrei urlare così forte in modo che chiunque possa sentire ciò che ho da dire, ma mi ricordo, che se lo faccio, rischio di essere denunciato per qualcosa tipo: procurato allarme, diffusione di notizie false e tendenziose e altri reati derivanti da leggi elaborate appositamente per generare eventuali illeciti.
    Tipo le fotocopie dei documenti… in un ufficio pubblico, pieno di pubblici ufficiali che potrebbero riconoscerti dai documenti che hai con te, quelli veri.
    Le fotocopie non servono a nulla, se non a generare eventuali illeciti. Un poveraccio è morto per nulla.
    I nostri legislatori, che si vantano di essere i migliori al mondo, ne hanno un altro sulla coscienza.
    Oggi il tricolore si è abbassato un altro po’. Di questo passo verrà ammainato senza possibilità alcuna, per il popolo, di poterci fare qualcosa.
    A volte vorrei urlare e farmi sentire da tutti… ma il fiato non mi basta, non basta a nessuno e chi è più debole, o semplicemente, più carico di altri, non ce la fa e si ammazza. E si ammazzano quelli onesti, i delinquenti trovano sempre un modo per andare avanti.
    Addio sig. Scrizzi.

Comments are closed.