Getta benzina sui Carabinieri e li minaccia di morte

PATTUGLIA CARABINIERI CATANIAL’uomo, che aveva preso di mira un negozio, arrestato per violenza privata e danneggiamento

Ha gettato benzina contro i carabinieri e ha poi minacciato di dar loro fuoco con un accendino: a Correggio, nella Bassa reggiana, un 45enne è stato arrestato per una lunga lista di accuse: violenza privata, danneggiamento, tentato danneggiamento a seguito d’incendio, resistenza, violenza, minaccia a Pubblico Ufficiale, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose.

I carabinieri sono giunti in via Timolini per la segnalazione di una lite. Lì i militari hanno trovato il 45enne che, alla vista dei carabinieri, con un calcio ha sfondato la vetrina e la porta di ingresso di un negozio di generi alimentari gestito da un pakistano. Un sorta di vendetta, come poi riferito ai carabinieri, avendo il figlio del commerciante la sera precedente, a detta del 45enne, picchiato il suo.

Alla vista dei carabinieri l’uomo si è allontanato per poi far ritorno dopo circa un’ora. Dopo essere sceso dalla macchina con in mano una bottiglia in plastica contenente benzina, nell’altra un accendino, mentre fumava una sigaretta, l’uomo ha urlato di voler dar fuoco al negozio, ma i carabinieri gli hanno impedito di avvicinarsi. L’uomo quindi ha minacciato di cospargersi di benzina e darsi fuoco; poi, avvicinato dai militari che volevano dissuaderlo, ha gettato ai militari la benzina della bottiglia cercando di dar fuoco con l’accendino e la sigaretta.

L’uomo è stato bloccato e condotto in caserma, dove ha continuato a minacciare di morte i militari.

Repubblica.it