Maltempo, notte di tregua per Genova ma resta l’allerta massima

macchine_alluvione_genova_seraNotte di tregua per Genova dopo i violenti nubifragi dei giorni scorsi che hanno causato una vittima e danni per oltre 300 milioni di euro. Nelle ultime ore il capoluogo ligure è stato interessato soltanto da qualche debole piovasco ma per la giornata di oggi sono attesi nuovi forti temporali.

Al momento precipitazioni intense si stanno registrando in tutta la provincia di Savona e in alta Valle Stura e alta Valle Orba, nell’entroterra di Genova. I livelli dei principali torrenti e dei loro affluenti risultano stabili anche se non si escludono repentini innalzamenti nel corso della mattinata.

Fino a mezzanotte permane lo stato di allerta 2 sul capoluogo ligure e buona parte della regione. A Genova e negli altri Comuni dove vige l’allerta è stata disposta anche per la giornata di oggi la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Nella tarda serata di ieri a San Quirico, nel quartiere genovese di Bolzaneto, 60 famiglie sono state evacuate precauzionalmente dalle proprie abitazioni a causa del rigonfiamento di un rivo che scorre sotto la strada. In via Bobbio, nel quartiere di Marassi, sono state sfollate altre 8 famiglie per il rischio di cedimenti strutturali di un edificio.

Il Comune di Genova ha intanto annunciato la sospensione di Tasi, Imu e Tari per i cittadini e i commercianti che hanno subito danni nell’alluvione e il premier Matteo Renzi ha reso noto che parte dei 2 miliardi di euro per la messa in sicurezza del territorio che non sono stati ancora spesi a causa della burocrazia saranno destinati al capoluogo ligure.

Genova, 13 ottobre 2014
TMNews
A.L.