Calci e ceffoni ai suoi alunni: sospeso maestro elementare

La Squadra mobile di Treviso ha notificato un provvedimento di sospensione dell’attività di insegnamento a un maestro di scuola elementare per le continue violenze cui sottoponeva i suoi scolari di età tra i sei e i sette anni. I filmati realizzati dalla polizia di Stato con micro telecamere nascoste in aula mostrano l’insegnante prendere a calci, tirare le orecchie e dare ceffoni ai ragazzini creando una situazione di terrorismo nella classe.
L’indagine è iniziata nell’aprile 2013 dopo la segnalazione di un dirigente di una scuola di Treviso, ma per “intoppi” della magistratura locale il provvedimento di misura cautelare, fortemente voluto dal pm Massimo De Bortoli, è stato emesso solo a fine dello scorso settembre. Nel frattempo il maestro ha svolto il suo ruolo in tre diverse scuole i cui dirigenti hanno segnalato i metodi violenti del l’insegnante che era già stato denunciato in passato da un genitore per lesioni colpose ai danni del figlio.

Treviso, 15 ottobre 2014

TGCOM

SC