Morì durante la partita di volley, i medici pagheranno 1,5 milioni di risarcimento

1170673-bovolentaAl termine della prima udienza del processo per la morte del pallavolista Vigor Bovolenta è stato raggiunto l’accordo per il risarcimento.
Le assicurazioni dei due imputati verseranno un milione e mezzo di euro ai famigliari del campione scomparso, che non si costituiranno parti civili, come ha ricostruito la stampa locale. Vigor aveva 5 figli.
Ma l’elemento principale dell’udienza è stata l’eccezione preliminare che ha visto i legali dei due medici, imputati di omicidio colposo per avere rilasciato i certificati di idoneità agonistica al campione veneto, chiedere al giudice non ammissibilità della perizia disposta dalla magistratura di Macerata, dove Bovolenta morì durante una partita. Richiesta a cui l’accusa non si è opposta. Durante la prossima udienza, fissata per il 6 novembre, saranno sentiti i periti di accusa e difesa.

Rovigo, 16 ottobre 2014
Fonte il Gazzettino
A.L.