Pestava la moglie e il figlio, poi passava la notte al night e alle slot, condannato

processo_breve_ansaBotte, maltrattamenti e soprusi. Per aver sottoposto moglie e il figlio minore a una vita terribile, un immigrato dell’Est Europa, residente a Maniago, ieri è stato condannato a un anno e dieci mesi di reclusione con la condizionale. Il giudice Rodolfo Piccin ha riconosciuto un risarcimento dell’ex coniuge di 8 mila euro, oltre al pagamento delle spese processuali e dell’avvocato di parte civile.

I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2008 e il 2011. L’uomo passava le notti al night e bruciava lo stipendio nelle slot machine. Dopo aver fatto finire la moglie in ospedale, fu allontanato dal figlio, perchè considerato un cattivo esempio.

Pordenone, 16 ottobre 2014
Fonte il Gazzettino
A.L.