Blitz degli studenti, petardi sulle Forze dell’Ordine, tre agenti feriti

Scontri tra polizia e manifestanti contro il vertice europeoSono tre i poliziotti feriti a Torino per lo scoppio di alcune bombe carta. Un operatore ha riportato ferite alla gamba ed è stato accompagnato in un nosocomio cittadino per le cure del caso. Altri due operatori hanno riportato ferite ad un piede ed a una gamba. E’ questo un primo bilancio dei tafferugli avvenuti alla manifestazione regionale organizzato dalla Fiom contro la riforma del lavoro. La polizia, per neutralizzare l’azione di alcuni manifestanti ha esploso i lacrimogeni dopo che grossi petardi erano stati lanciati dai dimostranti in piazza Castello. Il grosso dei partecipanti al corteo degli studenti, si è ormai allontanato. In piazza stazionano alcune decine di antagonisti.

Un gruppo “di circa 300 antagonisti, di varia estrazione” ha “attaccato le forze di polizia schierate a protezione dei luoghi in cui si svolgerà nel pomeriggio il vertice internazionale” dei ministri del Lavoro e del Welfare ed ha “effettuato un fittissimo lancio di sanpietrini, bulloni, grossi petardi, per cui è stato necessario il lancio di alcuni lacrimogeni per disperdere i violenti”. E’ la ricostruzione fatta dalla Questura di Torino degli scontri in piazza Castello.

Torino, 17 ottobre 2014
ANSA
A.L.