Conto alla rovescia per l’apertura del più grande labirinto del mondo

20141017_001_labirintoaeree_finale1000-620x620_cSarà pronto ufficialmente il prossimo anno, a maggio. Ma è già iniziato il conto alla rovescia per visitare quello che sarà il più grande labirinto del mondo. Un’idea che poteva venire solo a un bibliofilo raffinato come Franco Maria Ricci. I lavori del parco sono cominciati dieci anni fa e sarà inaugurato con una mostra di Antonio Ligabue, in concomitanza con Expo 2015 . Il dedalo ha una pianta a stella con otto punte che ricopre una distesa di 7 ettari di terreno, a Fontanellato, in provincia di Parma.

Un enorme parco realizzato interamente con sessantamila piante di bambù di specie diverse. Il complesso del labirinto ospiterà spazi culturali per più di 5000 metri quadrati, lì troverà posto l’immensa collezione d’arte di Franco Maria Ricci: circa 500 opere tra cui sculture di Gian Lorenzo Bernini, Antonio Canova, Adolfo Wildt, dipinti di Francesco Hayez, Antonio Ligabue, Ludovico Carracci. Un percorso lungo e affascinante che dopo circa un’ora e mezza, se si trova la via giusta, arriva al cuore del parco naturale che custodisce una cappella, un luogo dell’anima come lo è il labirinto stesso.

Ci sarà anche una biblioteca di oltre quindicimila volumi, tra cui molte opere del tipografo e stampatore Giambattista Bodoni e l’intera produzione di Alberto Tallone. Ci sarà spazio anche per tutti i libri e le pubblicazioni curati dal famoso editore parmigiano in cinquant’anni di attività.
Il labirinto è un pensiero costante nella vita di Franco Maria Ricci. “E’ una creazione che avevo promesso e che voglio dedicare a Jorge Luis Borges – ha raccontato Ricci – anche se lui mi rispose che il labirinto più grande del mondo esisteva già: il deserto”.

Stefania Piras – Il Messaggero

lc