Incendio al rimessaggio delle barche: bruciati sette yacht

vigili del fuoco sala operativa
Un grande incendio che nel giro di pochi minuti ha avvolto la struttura di un centro di rimessaggio e di riparazione per barche in via Alessandro Siciliani, a Fiumicino.
Tutto è accaduto intorno alle 5. Sono stati i residenti a telefonare ai pompieri segnalando le fiamme che uscivano dal cantiere. In pochi minuti almeno cinque squadre dei pompieri erano sul posto ed hanno subito azionato gli idranti. Il rogo è stato domato verso le undici del mattino.

Le lingue di fuoco hanno distrutto la struttura che è crollata su se stessa. Almeno sette gli yacht distrutti, tutti dalla lunghezza superiore di dieci metri. Sul posto anche gli agenti del commissariato di Fiumicino che si occupano dell’indagine.

La polizia scientifica ha eseguito un sopralluogo sul posto a caccia di elementi per verificare se si sia trattato di un incendio doloso. Quest’ultima ipotesi non è da escludere. Saranno necessari altri sopralluoghi per capire la natura dell’incendio. Intanto gli agenti hanno chiesto al proprietario della struttura, un italiano di 28 anni, se abbia ricevuto minacce. Ma il giovane ha detto di no e di non avere idea sui possibili attentatori se di incendio doloso si è trattato. Le sette barche sono andate completamente distrutte.

Marco de Risi – Il Messaggero

lc