Ricerca: italiani svelano segreti proteina chiave in Parkinson e schizofrenia

medici ospedale dottori dottore medicoLa neuroregulina, una proteina presente nelle cellule dopaminergiche, ha un ruolo importante nello sviluppo di malattie importanti come la schizofrenia, il Parkinson e situazioni psico-fisiche che determinano un abuso di droghe. La scoperta, pubblicata sulla rivista scientifica ‘Molecular Psychiatry’, è stata realizzata nei laboratori sperimentali della Fondazione Santa Lucia Irccs di Roma ed è anche il frutto di collaborazione fra tre università della Capitale: Tor Vergata, Sapienza Campus Bio-Medico. Da questo studio si aprono nuove prospettive per sviluppare farmaci più efficaci e sicuri per il trattamento della schizofrenia e del morbo di Parkinson, che mirano a normalizzare il rilascio di dopamina nel cervello attraverso un meccanismo neuroregulina-dipendente.

I neuroni dopaminergici sono importanti perché regolano il movimento e la motivazione. I ricercatori hanno individuato il meccanismo chiave per cui la neuroregulina, sostanza che studi di genomica avevano già collegato ai disturbi schizofrenici, regola la funzione delle cellule dopaminergiche. Le prove sperimentali ottenute in questo lavoro indicano come la neuroregulina modula, attraverso il glutammato, la funzione delle cellule dopaminergiche. Ciò apre importanti orizzonti di ricerca atti ad individuare le disfunzioni del segnale mediato dalla neuroregulina che si ritengono essere una causa importante nella determinazione della schizofrenia e della malattia di Parkinson.

20/10/2014

AdnKronos

LCSO