Evade due volte in otto ore e picchia prima i poliziotti e poi i carabinieri

ImmagineEvade due volte in poche ore dagli arresti domiciliari: la prima viene arrestato dai carabinieri e picchia due militari, la seconda viene preso dai poliziotti e manda all’ospedale gli agenti. Giudicato con rito direttissimo è stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, questa volta in carcere.

Luigi Bartolomeo luigi, 45 anni, residente in via Fratelli Grimm, pregiudicatio si trovava ieri agli arresti domiciliari per reati contro la persona. Intorno alle 14 i carabinieri della stazione di Ponticelli insieme aicolleghi della compagnia speciale di Napoli lo hanno sorpreso all’esterno della sua abitazione. Per sottrarsi all’arresto l’uomo ha picchiato due carabinieri, cagionando loro contusioni multiple guaribili in 5 e 3 giorni. E’ stato rimesso agli arresti docimiciliari in attesa del rito direttissimo.

Ma intorno alle 22 i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale lo hanno individuato in via Esopo. Vendendoli Bartolomeo si è precipitato verso un fabbricato di una strada vicina cercando rifugio all’interno. Raggiunto sulle scale dell’edificio, ha reagito con estrema violenza e nonostante avesse il volto insanguinato ha iniziato a colpire gli agenti con calci e pugni. L’arrivo di altri poliziotti ha consentito di immobilizzare il pregiudicato che è stato quindi arrestato e condotto presso gli uffici della Questura.
Durante il tragitto ha continuato ad assumere un atteggiamento violento riuscendo anche a danneggiare seriamente il vetro della portiera destra dell’autovettura della Polizia.

Trattenuto in Questura è poi stato giudicato con rito direttissimo.

Fonte Il Mattino

Napoli, 22 ottobre 2014

DE