Non paga 150mila euro di Iva per la crisi, imprenditore assolto dal giudice

tribunale-largeNon versò 150mila euro di Iva: il giudice Cristian Vettoruzzo accoglie le argomentazioni dell’avvocato Mauro Bosco e assolve l’imprenditore Michele Vallese, ex legale rappresentante di un’azienda di costruzioni di Nervesa, dichiarata fallita nel 2012. L’imputato, consigliato dall’avvocato Bosco, decise di affrontare il processo, senza chiedere riti alternativi perché era certo di dimostrare la propria innocenza.

A determinare il mancato pagamento dell’Iva, come in numerosissimi altri casi di aziende strangolate dalla crisi economica, non sarebbe stato un intento doloso, ma l’assoluta mancanza di liquidità in cassa. Una tesi che è stata accolta dal giudice: ha infatti ritenuto insussistente l’elemento soggettivo del reato di evasione fiscale e ha così assolto Vallese.

di Roberto Ortolan
Treviso, 22 ottobre 2014
Fonte Il Gazzettino
AL