La dottoressa è avvenente. Durante la visita la palpeggia: denunciato

ImmagineAvvenente dottoressa palpeggiata da un paziente durante la visita. E’ successo in provincia di Ancona.
Si era rivolto alla guardia medica di Moie di Maiolati Spontini per curare una mano sanguinante. L’altra l’ha usata per palpeggiare il fondoschiena della 35enne dottoressa che gli stava prestando soccorso.Il paziente, un 29enne polacco, risponderà dell’accusa di violenza sessuale.

Il processo si aprirà il 5 novembre al Tribunale di Ancona. I fatti contestati risalgono alla sera dello scorso 27 giugno. L’uomo si era rivolto all’ambulatorio di via Trieste in moderato stato di ebbrezza. Sulla mano aveva una ferita da taglio. Dopo aver guardato seno e fondoschiena dell’avvenente medico, l’avrebbe palpeggiata.

Lei, dopo essersi divincolata, ha chiamato i carabinieri. I militari hanno rintracciato e arrestato il polacco in un bar a pochi metri dall’ambulatorio. Nello zaino aveva un coltello da cucina. Ieri il Gup Carlo Cimini ha rigettato la richiesta di giudizio abbreviato condizionato allo svolgimento di una perizia psichiatrica. L’istanza era stata avanzata dal legale difensore del polacco, avvocato Umberto Gramenzi del foro di Ascoli Piceno.

Davanti al collegio, Gramenzi rinnoverà la richiesta di un esame psichiatrico sull’imputato: «Ha seri problemi, venuti fuori durante un altro procedimento per molestie nei confronti di alcune ragazze anconetane» ha commentato il difensore.
Fonte Il Mattino

Ancona, 24 ottobre 2014

DE