Sudcorea, lancio volantini anti-Nord scatena rabbia popolazione

koreaIl timore e’ che Pyongyang risponda a colpi di mortaio – Attivisti sudcoreani anti-Pyongyang si sono dovuto scontrare oggi con l’ira dei loro connazionali residenti in una citta’ vicina alla zona smilitarizzata quando hanno cercato d’inviare, come avevano gia’ fatto nei giorni scorsi, palloni aerostatici con volantini al di la’ del confine. Molti residenti della citta’ di Paju hanno accusato gli attivisti di mettere la loro sicurezza in pericolo e hanno lanciato uova marce. Paju e’ a 40 km a nord di Seoul. Ci sono voluti centinaia di poliziotti per impedire che gli attivisti fossero attaccati da residenti che urlavano: “Andate a casa vostra. Non mettete in pericolo le nostre vite!” e lanciavano uova. Gli attivisti volevano lanciare circa 40mila volantini dall’altra parte dell confine, come avevano gia’ fatto nei giorni scorsi, per invitare la popolazione nordcoreana a ribellarsi contro Kim Jong Un. La reazione di Pyongyang era stata a colpi di mortaio. Choi Woon-won, un docente all’Universita’ di Busan che e’ tra gli organizzatori della dimostrazione anti-nord, ha chiarito che non rinunceranno alle loro iniziative. E, oggi stesso, segliendo un altro punto, hanno lanciato circa 20mila volantini verso il Nord. Mos

ASCARoma, 25 ott 2014

lc