Il compagno la picchia selvaggiamente. Ragazza ricoverata in prognosi riservata

Polizia: logo Squadra Volante (con pantera)Una giovane donna è in prognosi riservata all’ospedale di Ostia, a Roma, dopo essere stata picchiata ieri dal compagno di 29 anni, che è stato arrestato dalla polizia.

L’intervento degli agenti è stato richiesto sabato intorno alle 18,00 dai medici del “Grassi” dopo che il personale di un’ambulanza aveva soccorso una donna di 29 anni con un grave trauma cranico in un condominio di Ostia Ponente.

Era stata conciata così dal marito, dopo una prima lite era scoppiata per motivi banali la notte precedente – secondo quanto ricostruito – quando la ragazza, madre di due bambini in tenera età, mentre si trovava in cucina è stata aggredita dal compagno che, dopo averle strappato il telefonino di mano la cacciava dalla stanza chiudendo la porta a chiave. La donna aveva lasciato la casa per evitare guai peggiori.

Un’ora dopo, quando è tornata e ha chiesto la restituzione di telefonino e chiavi dell’appartamento, il compagno l’ha picchiata facendole sbattere la testa contro la porta tenendogli il braccio incastrato nel montante. La vittima si è liberata e ha chiamato il 118. Portata nell’ospedale di Ostia, è stata sentita dagli agenti del commissariato Lido, avvertiti dai medici.

Ha raccontato di aver subito ripetutamente minacce e percosse dal bruto anche davanti alle figlie piccole della coppia. In uno degli episodi passati, mai denunciati per paura di ritorsioni, la donna aveva anche riportato la frattura di un dito della mano. Il 29enne, che risulta incensurato, è stato rintracciato e arrestato.
Fonte Corriere Adriatico

di Giulio Mancini
Roma, 26 ottobre 2014

DE