Ha staccato la spina alla figlia malata, ma non sarà processata

eutanasiaIn Gran Bretagna l’Alta Corte ha ritenuto di non processare la madre che ha staccato la spina alla figlia dodicenne gravemente malata

Il dibattito sull’eutanasia torna agli onori della cronaca. Questa volta il caso che fa discutere è avvenuto in Gran Bretagna: una donna non sarà processata per aver staccato la spina alla figlia gravemente malata, causandone la morte.
Nancy, questo il nome della bambina, era cieca e sofferente di idrocefalo (accumulo di liquidi nei ventricoli celebrali), meningite e setticemia ed era incapace di fare autonomamente qualsiasi cosa. L’unica cosa che la teneva in vita era un tubo che la madre ha deciso di bloccare. L’Alta Corte britannica, con una sentenza definita “storica” sui giornali locali, ha deciso che Charlotte Fitzmaurice, questo è il nome della donna, non dovrà comparire davanti ad un giudice per aver deciso una “dolce morte” per la figlia.

Nancy è morta lo scorso 21 agosto e l’ospedale, il Great Ormond Street, ha preso le parti della Fitzmaurice e ha deciso di combattere accanto ai genitori per ribadire il principio all’eutanasia. Le prime parole della donna all’Alta Corte sono state: “Mia figlia non è più malata, ora lei è solamente un guscio”.

Roma, 27 ottobre 2014
di Girolamo Tripoli
Fonte Il Giornale
AL