Settantenne affitta la casa in nero e regala il telefonino a lucciole cinesi

donnaAveva affittato un alloggio di sua proprietà ad un prestanome e fornito a due ragazze cinesi una sim card per pubblicizzare gli incontri a luci rosse. Rino Spinello, settantenne pensionato di Arzergrande, è stato condannato per favoreggiamento della prostituzione: un anno e sei mesi di reclusione, con la sospensione condizionale.

Il Tribunale ha concesso al pensionato le attenuanti generiche restituendogli il mini alloggio al civico 41 di via Turazza dove le due ragazze cinesi esercitavano il mestiere più antico del mondo. Spinello si è difeso strenuamente in aula. Il suo legale ha sostenuto fino all’ultimo la tesi secondo cui l’anziano non era a conoscenza dell’attività di prostituzione che si svolgeva nel suo appartamento.

Padova, 29 ottobre 2014
Fonte Gazzettino
AL