Furti, incendi dolosi, rapine e spaccio: tredici arresti

Carabinieri, posto bloccoUn sodalizio criminale operante nella bassa Tuscia è stato scoperto e fermato dai carabinieri del comando provinciale di Viterbo che, con l’ausilio di un elicottero del nucleo di Pratica di Mare e di unità cinofile, stanno eseguendo in queste ore 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti componenti di una banda, quasi tutti di origine sarda. Sono accusati di furti, danneggiamenti aggravati, incendi dolosi di aziende agricole, esercizi commerciali ed autovetture private con finalità estorsive, rapine, traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione e possesso di armi clandestine.

Numerose le perquisizioni,nei confronti degli arrestati e di altri indagati, tra le province di Viterbo e Roma. L’attività, condotta dai carabinieri della compagnia di Ronciglione, è stata avviata all’inizio dell’anno in corso e si è protratta nella fase dei riscontri e delle indagini, dirette dal sostituto procuratore della procura della Repubblica di Viterbo, Fabrizio Tucci, fino al giugno 2014.

Roma, 3 novembre 2014
Fonte Repubblica
AL