Prete si apparta con un marocchino e lui scappa con il portafogli

polizia-3Incontra un giovane in un bar nella zona della stazione, a Udine. Bevono qualcosa insieme. Poi gli chiede un passaggio verso casa, ma finisce derubato del proprio portafoglio. Protagonista della disavventura, avvenuta sabato sera in città, un parroco della provincia friulana, ultracinquantenne.
A denunciare i fatti è stato lui stesso, in serata, allertando la Questura di Udine. La serata è incominciata intorno alle 20. Il religioso si trovava in un locale di BorgoSstazione per bere qualcosa. All’interno ha incontrato un giovane marocchino, sui 20 anni, che pare conoscesse già di vista. I due avrebbero bevuto qualcosa insieme. Poi, sempre stando al racconto del sacerdote, avrebbe chiesto al giovane un passaggio sulla via di casa. Lungo il tragitto, avrebbero fatto due soste. La prima al bancomat, dove il religioso avrebbe prelevato circa 50 euro. La seconda in una zona isolata e appartata sulla via di casa. È lì che il giovane si sarebbe allontanato con il portafoglio, con all’interno circa 70 euro, i documenti e il bancomat, lasciando il prete da solo in mezzo alla strada.
La vittima del furto, le cui modalità non sono ancora chiare, si sarebbe quindi messo da solo sulla via di casa. Solo dopo alcune ore, intorno alle 23, una volta giunto nella sua dimora, si sarebbe accorto che gli mancava il portafoglio. È a quel punto che ha chiesto l’intervento delle Volanti per denunciare il fatto. La vicenda è ora al vaglio della polizia.

Udine, 3 novembre 2014
Fonte Il Gazzettino
AL