Anni di scherzi all’amico, 2 trentenni finiscono in tribunale per stalking

processo_breve_ansaFoto di modelle sexy, crisantemi, profilattici, oggetti di ogni tipo e ancora cozze e tanto altro. È quanto dal settembre del 2011 al 2012 due ex compagni di un 32enne di Feltre hanno fatto trovare in giardino all’amico. Una goliardata? Forse. Ma lo scherzo è andato molto oltre tanto che i due autori, G.G. e S.C., entrambi 32enni di Feltre, si sono ritrovati a processo per stalking. Persona offesa, oltre al loro coetaneo, anche il padre che vive con il ragazzo e che periodicamente si ritrovava le cose più impensabili in giardino.

Ieri il processo di fronte al giudice Elisabetta Scolozzi con il pm Gianluca Tricoli (vpo) e il legale Giorgio Morales in sostituzione dell’avvocato Michela Bagattin (studio Perco che difende i due ragazzi) è stato rinviato al 27 febbraio 2015. C’è infatti la definizione della remissione di querela per stalking da parte del padre e figlio: c’è l’accordo tra le parti, uno dei due imputati ha totalmente adempiuto, ma l’altro solo in parte. Da qui la decisione del rinvio in attesa della perfetta esecuzione dell’accordo.

Hanno iniziato nell’ottobre del 2011 i due «burloni». Prima hanno lanciato oggetti, poi hanno fatto trovare una modella in biancheria intima della Liberty all’ex compagno. La notte tra il 27 e 28 ottobre invece hanno lanciato un profilattico nel giardino dell’abitazione. Nel novembre sono passati al cartellone della pubblicità «la patatina tira».

Poi ancora un vaso di crisantemi e anche delle cozze. Il 17 novembre 2011 è stato il clou: i due hanno imbrattato l’auto dell’ex compagno con yogurt bianco. I fatti sono continuati fino al 2012, quando padre e figlio, stufi di quei continui dispetti, hanno ripreso l’ennesima burla con le telecamere. È stato allora che i due sono stati smascherati e che è partita la denuncia. A quel punto gli «scherzi» sono finalmente terminati e i due sono finiti in tribunale per stalking.

Feltre, 5 novembre 2014
Fonte Il Gazzettino
AL