“Se praticherete l’infibulazione alle vostre figlie durante le vacanze, sarete sanzionati”

africane infibulazioneLe autorità avvisano i genitori. Il mese di dicembre fa registrare il picco annuo

NAIROBI – “Se praticherete l’infibulazione alle vostre figlie durante le vacanze, sarete sanzionati”. È il monito lanciato dal governo del Kenya ai genitori con figlie femmine. In una nota, le autorità ricordano che “nel Paese, la mutilazione dei genitali, è considerata un reato”. Tuttavia questa pratica, che consiste nell’ablazione totale o parziale degli organi genitali esterni femminili, è ancora in vigore in numerose comunità.

Il Procuratore Generale del Kenya si è detto preoccupato del fatto che le vacanze del mese di dicembre rappresentino “il periodo in cui si registra il più alto numero di mutilazioni genitali femminili”.

In una lettera pubblicata sui media, il responsabile del dipartimento anti-mutilazioni dell’ufficio del Procuratore, ha avvertito genitori e personale medico: “Le comunità che praticheranno le mutilazioni saranno poste sotto sorveglianza nelle settimane a venire”. “Azioni legali verranno intraprese contro i responsabili di queste pratiche” ha aggiunto il responsabile.

Dal 2011 la mutilazione dei genitali, in Kenya, è punita anche con l’ergastolo nel caso in cui sia stata causata la morte.

Ats Ans Afp – tio.ch

lc