Trappola a luci rosse: uomo derubato mentre fa sesso

squillo prostituteUna trappola all’incontro a luci rosse è costata cara a una 27enne di Montebelluna e a un 64enne di Cornuda: entrambi, dopo essere stati arrestati dai carabinieri per furto aggravato in concorso, sono stati condannati con rito abbreviato a due anni e due mesi di reclusione. All’uomo veniva anche contestato il reato di favoreggiamento della prostituzione, dal quale è stato però assolto.

I due erano si erano messi d’accordo per derubare un cliente della donna, circostanza confermata dalla stessa vittima nel corso della precedente udienza. Per due volte infatti, il 18 aprile e il 28 agosto scorsi, prostituta e intermediario erano riusciti a sottrarre al malcapitato 2.400 euro.

La modalità era semplice: l’uomo, mostrando dal proprio cellulare alcune foto della 27enne, aveva messo a disposizione alla vittima il proprio appartamento di Montebelluna per consumare un rapporto sessuale con la ragazza. Mentre cliente e ragazza erano in camera da letto, l’intermediario si introduceva nell’appartamento, prendeva le chiavi del furgone del cliente lasciate nella tasca dei pantaloni per poi fare razzia di contanti all’interno del mezzo. Stesso meccanismo messo in opera il primo ottobre scorso: stavolta però ad attendere l’intermediario c’erano i Carabinieri.

MONTEBELLUNA – venerdì 14 novembre 2014

Fonte Il Mattino

LCSO