Fa sesso con alunna 15enne e progetta fuga: condannato a quattro anni di carcere

scuolaIl “piccolo equivoco” gli costerà la carriera. E non solo. Un docente di matematica alla Bancroft’s School di Woodford, a Londra, una delle migliori scuole private della Gran Bretagna, è stato condannato a 4 anni di carcere per aver fatto sesso con un’alunna di 15 anni.

John Wunderle, 35 anni, insegnante nella prestigiosa scuola che prevede una retta da 15mila sterline, aveva una relazione con la sua studentessa che durava da mesi. I due si erano visti più volte per fare sesso a casa della ragazza, suscitando i sospetti dei vicini di casa che avevano visto quell’uomo presentarsi alla porta della famiglia in assenza dei genitori. Ed è stato proprio dopo l’ennesimo avvertimento che la madre della quindicenne, volendoci vedere chiaro, ha fatto rientro a casa in anticipo: il prof, mezzo nudo, era in camera della ragazza. A poco sono servite le inutili giustificazioni dell’insegnante che continuava a ripetere che si trattava di un equivoco, mentre la ragazza, in lacrime, continuava a dire di essere pazzamente innamorata.

Terrorizzati da un colpo di testa della figlia, i genitori le hanno sequestrato telefono e pc, le hanno consegnato un nuovo cellulare con un dispositivo gps e hanno arruolato un investigatore privato. Ma questo non è bastato a fermare i contatti tra i due: la coppia è stata pizzicata a fare sesso sul sedile posteriore della macchina dell’uomo e per il prof sono scattate le manette.

Dall’analisi del suo telefono è emerso che la ragazza più volte aveva cercato su internet una storia analoga alla sua, quella della ragazza 15enne che nel 2012 era scappata in Francia con Forrest, un professore della scuola. Secondo gli investigatori, John aveva progettato di scappare ad Amsterdam con l’allieva prendendo un traghetto per l’Olanda, ma sembra che il piano fosse andato in fumo per mancanza di soldi.

Al momento dell’arresto, a fine agosto, la ragazza, aveva detto di essere stata solo palpeggiata dall’insegnante, mentre in tribunale in queste ore ha ammesso i rapporti sessuali: «Adesso mi sento stupida. Ero convinta di amarlo e che si trattasse di un rapporto consensuale ma, guardando indietro, tutto quello che vedo sono solo bugie e inganni».

In queste ore per l’insegnante di matematica, che alla Bancroft’s School guadagnava 40mila sterline l’anno, è arrivata la condanna a quattro anni di carcere.

«Negli ultimi tempi questi casi sono all’ordine del giorno – ha dichiarato il giudice Nigel Peters – è inaccettabile approfittare della fiducia che gli alunni ripongono negli insegnanti». Poi rivolgendosi al prof ha continuato: «Tu sei un uomo intelligente, hai degli ottimi studi alle spalle e insegni in una delle migliori scuole del Paese. Avresti dovuto sapere a cosa andavi incontro».

Wunderle è stato dichiarato colpevole di attività sessuale con un bambino e di incitamento ad attività sessuale da parte di una persona in posizione di fiducia. Nan Mousley, avvocato di Wunderle, ha elencato i meriti del prof, ma lo ha descritto anche come “emotivamente immaturo”. «Era innamorato di questa ragazza ed era un rapporto consensuale». A niente è servita la sua arringa e per Wunderle, seduto con la testa tra le mani per tutta l’udienza, non è rimasto che accettare la sentenza: “il piccolo equivoco” gli è costato veramente caro.

Londra, 15 novembre 2014
di Federica Macagnone
Fonte Il Messaggero
AL