Ubriaca massacra il figlio di 7 anni, tragedia evitata dal vicino di casa

polizia inseguimento notteIl marito in galera. Il figlio più grande anche. E lei che beve ha il figlio più piccolo in casa: cerca spesso rifugio nell’appartamento di un vicino. Lei, 45 anni, un passato di tossicomane e un presente di alcolizzata, sfoga la sua frustrazione su questo frugolo di 7 anni sempre più spesso. E’ successo anche l’altra sera, a Marghera, e i vicini hanno chiamato la polizia, mentre uno di loro faceva da scudo alla sfuriata della donna che si era inalberata perchè il figlio voleva andare a casa del vicino.

I due – mamma e figlio – sono stati portati all’ospedale dell’Angelo. Lei per essere calmata a colpi di psicofarmaci, lui per essere medicato e rassicurato. Per lui una prognosi di dieci giorni: in ospedale si è poi presentata la zia, cioè la sorella del papà, che lo ha preso in cura. Alla mamma invece è stato tolto l’affidamento, almeno per adesso. Ma quello che è successo l’altra sera è uno dei mille episodi che riguardano questa famiglia disperata di Marghera. Basti dire che la mamma si è accanita sul piccolo a pedate e schiaffoni, ma non si rendeva nemmeno conto di quello che stava facendo. Il bambino urlava e piangeva. E per fortuna che a difendere il piccolo è intervenuto il vicino di casa.

Venezia, 15 novembre 2014
di Maurizio Dianese
Fonte Il Gazzettino
AL