La demenza costa l’1% del Pil mondiale

demenzaSono 44 milioni le persone nel mondo colpite dalla demenza, e i costi delle cure equivalgono all’1% del Pil mondiale. È quanto ha sottolineato Dennis Gillings, incaricato del G8 per il capitolo demenze, nel corso del suo intervento alla conferenza internazionale “Le demenze in Europa: una sfida per il nostro futuro comune”.

“Nonostante i progressi,- ha detto – il compito che abbiamo davanti è ancora enorme. Ci sono oltre 44 milioni di persone nel mondo di oggi con demenza, e che secondo le stime potrebbero triplicare entro il 2050. I costi delle cure equivalgono già all’1% del PIL mondiale e senza trattamenti o una prevenzione efficace, questi sono destinati a salire”.

“Gli investimenti nella ricerca delle neuroscienze sono ancora scarsi rispetto alle altre – ha precisato – e questo deve cambiare. L’obiettivo deve essere quello di individuare e testare gli interventi più promettenti nel più breve tempo possibile per ridurre il peso della malattia. Ciò – ha specificato – richiederà miliardi di dollari per la ricerca. Ma le dimensioni di questo investimento sono insignificanti rispetto alle migliaia di miliardi necessari per la cura nei prossimi anni. Se troviamo la volontà politica di fare questo investimento i benefici per la salute pubblica e il risparmio nei futuri costi di assistenza per la demenza saranno enormi”.

tio.ch