Il Papa: i bambini hanno diritto a una famiglia con un papà e una mamma

papa-bergoglioAltolà di Papa Bergoglio al nuovo modello di famiglia che si sta realizzando in Occidente. Altro che “famiglie progressiste”, coppie gay, figli di genitori omosessuali. Francesco stavolta scende in campo per difendere i «pilastri fondamentali che reggono una nazione», vale a dire le famiglie formate da un uomo e una donna. «Fondamento della convivenza e garanzia contro lo sfaldamento sociale». Poi aggiunge: i «bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva».

Il discorso che ha preparato per affrontare questo delicato argomento è assai articolato. Lo spunto lo ha fornito l’udienza ai partecipanti ad un convegno sulla complementarietà tra uomo e donna. «Riflettere sulla complementarietà non è altro che meditare sulle armonie dinamiche che stanno al centro di tutta la Creazione». A suo giudizio la «complementarietà tra uomo e donna sta alla base del matrimonio e della famiglia, che è la prima scuola dove impariamo ad apprezzare i nostri doni e quelli degli altri e dove cominciamo ad apprendere l’arte del vivere insieme».

Bergoglio incalza e circoscrive il significato di famiglia. Un luogo di «valori e ideali» anche se in questo periodo non vengono riconosciuti a livello politico e culturale. «Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico. Questa rivoluzione nei costumi e nella morale ha spesso sventolato la bandiera della libertà, ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili. È sempre più evidente che il declino della cultura del matrimonio è associato a un aumento di povertà e a una serie di numerosi altri problemi sociali che colpiscono in misura sproporzionata le donne, i bambini e gli anziani».

Papa Bergoglio stavolta non parla di come la Chiesa debba affrontare dal punto di vista pastorale le situazioni (sempre più numerose) di bambini cresciuti all’interno di coppie omosessuali come è stato fatto dai vescovi durante il recente sinodo sulla famiglia. Per il Papa occorre definire i contorni della famiglia. «La crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti. Anche se l’umanità ha ora compreso la necessità di affrontare ciò che costituisce una minaccia per i nostri ambienti naturali, siamo lenti – siamo lenti nella nostra cultura, anche nella nostra cultura cattolica – siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana e farla andare avanti».

Morale: è un errore, dice, parlare di «famiglia conservatrice o famiglia progressista: la famiglia è famiglia! Non lasciatevi qualificare da questo o da altri concetti di natura ideologica. La famiglia ha una forza in sé».

Città del Vaticano, 17 novembre 2014
di Franca Giansoldati
Fonte Il Messaggero
AL