Sgombero case popolari occupate: tre persone ferite, alta tensione nel quartiere

case popolari Ancona-2Tafferugli, questa mattina, in via Vespri Siciliani numero 72, zona Lorenteggio a Milano, dove la polizia ha effettuato lo sgombero di una famiglia da una casa occupata: circa 40 persone hanno aggredito gli agenti lanciando estintori e pietre, i poliziotti hanno risposto sparando due lacrimogeni.

Il 118 ha riferito che “la situazione nel quartiere è molto testa” e sono stati feriti due residenti e un agente di polizia graduato feriti, oltre ad una ambulanza aggredita dai cittadini. L’agente lievemente ferito ha rifiutato le cure mediche per continuare a prestare servizio sul posto, i due cittadini soccorsi non avrebbero riportato ferite gravi e sono stati soccorsi sul posto. Si tratta di persone residenti nella zona: uno dei due avrebbe una ferita ad un sopracciglio. Il comitato di lotta Casa-territorio Ticinese sulla sua pagina Facebook denuncia l’uso di lacrimogeni durante l’intervento e i tafferugli che ne sono seguiti. Verso le 11, la protesta si è spostata sulla strada. Circa una settantina di attivisti “per il diritto alla casa” hanno bloccato la circolazione dei tram all’angolo tra via Gentile Bellini e Piazza Pietro Frattini, alla periferia del capoluogo lombardo.

Gli agenti, rende noto la Questura, hanno fermato un numero ancora non identificato di manifestanti, due sono stati arrestati per lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Verso mezzogiorno lo sgombero si è concluso.

Milano, 17 novembre 2014

Fonte Il Giorno

LCSO