Strangola la moglie di ventidue anni “Non è riuscita a rimanere incinta”

veloAncora delitti “d’onore” nelle province più integraliste. Un’altra donna è stata uccisa per essersi risposata dopo il divorzio.

Continua la scia di sangue dei delitti d’onore in Afghanistan. Altre due donne sono state uccise negli ultimi giorni dai loro famigliari nella provincia settentrionale di Faryab. Come riferito dal capo della polizia criminale provinciale, il colonnello Sarbeland Hasham, il primo caso è quello di una donna di 37 anni, madre di due figli, che dopo il divorzio si è risposata, e che è stata uccisa a colpi di pistola dal fratello nel distretto di Pashtunkot. Nel distretto di Balcharagh, invece, una giovane di 22 anni è stata strangolata ieri sera dal marito. L’uomo, dopo l’arresto, ha spiegato si è giustificato davanti agli agenti dicendo di averla ammazzata perché “dopo un anno di matrimonio lei non era ancora rimasta incinta”.

Unione Sarda