Giovane italiano morto in India: ennesimo rinvio per i condannati

francesco montisNuovamente rinviata l’udienza nei confronti dei due italiani condannati all’ergastolo con l’accusa di aver ucciso Francesco Montis.

Nonostante la promessa di trattare il caso “in via d’urgenza”, la Corte Suprema indiana non è riuscita a esaminare oggi, per mancanza di tempo, il ricorso presentato da Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, i due italiani condannati all’ergastolo con l’accusa di aver ucciso Francesco Montis, giovane originario di Terralba (Oristano). L’udienza è quindi slittata a martedì prossimo.

L’esame dell’appello era stato fissato presso la terza sezione del tribunale con il numero di ordine 17, ma i giudici hanno discusso soltanto sei casi, che secondo la Corte avevano la precedenza. In aula erano presenti l’ambasciatore italiano a New Delhi, Daniele Mancini, e Marina Maurizio, madre di Tomaso.

UnioneSarda