Le ruba la pensione, picchia e umilia la madre per 20 anni: via da casa

anziana_truffa_genova-2Vent’anni di percosse ed umiliazioni: un vero e proprio incubo per la madre 75enne di N. S., pregiudicato triestino quarantenne, che è stato allontantato dalla casa di famiglia. L’uomo, nullafacente, aveva sottoposto la madre a ripetuti maltrattamenti, minacce, percosse e lesioni, nonchè ad ogni genere di umiliazione, pretendendo inoltre di essere mantenuto con la modesta pensione di lei, poco più di 500 euro.

Attraverso l’acquisizione di documentazione medica e mediante l’assunzione di importanti testimonianze, rese anche da familiari, vicini di casa e medico curante, sono stati ricostruiti gli innumerevoli episodi a cui la donna e’ stata sottoposta in questi anni e che le hanno cagionato gravi sofferenze fisiche e morali. Oltre alle percosse ed alle lesioni vengono contestate al figlio anche le ipotesi reiterate di sequestro di persona e di estorsione, poiché l’uomo non esitava a privarla della liberta’ personale, nascondendole le chiavi ed impedendole di uscire, e la costringeva con violenza in piu’ occasioni a consegnargli somme di denaro. Sulla scorta degli elementi raccolti nel corso dell’attivita’ d’indagine , la sezione dei gip del tribunale di Trieste, accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, ha emesso la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con effetto immediato ed il divieto di avvicinarsi a tutti i luoghi frequentati abitualmente dalla madre.

Trieste, 18 novembre 2014
Fonte Il Gazzettino
AL