“Latte artificiale al posto di quello materno”, salgono a 18 gli arresti per corruzione

Criminalità: arresto da parte dei carabinieriC’è anche un informatore scientifico di 64 anni residente a Grottammare tra le 18 persone che sono finite agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta condotta dai carabinieri del Nas di Livorno e coordinata dalla procura della Repubblica di Pisa.

Per un manager, cinque informatori scientifici e dodici medici pediatri, il reato ipotizzato e di corruzione. Secondo quanto emerso dalle indagini, che ha visto impegnato anche il comando regionale del Nas di Ancona, a vario titolo, le 18 persone avevano il compito di convincere le neomamme ad allattare i propri figli con latte in polvere anziché quello materno.

In cambio, da note aziende produttrici, ricevevano viaggi, smartphone, tablet e televisori. È stata una segnalazione anonima arrivata ai carabinieri del Nas di Livorno, nel giugno dell’anno scorso, a far scattare l’indagine che ha scoperto un giro di medici e informatori scientifici corrotti.
di Ma. Ie.

Grottammare (Ascoli), 21 novembre 2014

Il Resto del Carlino

LCSO