Bimbo di due anni in coma dopo un incidente in casa

ambulanza notteIl piccolo trasportato d’urgenza dal 118 nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di Pescara. Potrebbe essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico al capo per rimuovere l’ematoma formatosi con la caduta

GUARDIAGRELE. Un bimbo di due anni, residente a Guardiagrele, è arrivato all’ospedale del centro ai piedi della Maiella con un grave trauma cranico. Non si conoscono ancora le cause dell’incidente domestico, ma probabilmente il piccino è caduto dalle scale ed ha battuto violentemente la testa contro il pavimento di casa. I genitori hanno tentato di rianimarlo, l’impatto gli ha fatto perdere i sensi. Così l’hanno portato all’ospedale.

I medici si sono resi subito conto delle gravi condizioni del bambino che a causa della caduta è entrato in coma. Dopo i primi interventi di stabilizzazione hanno deciso l’immediato trasporto all’ospedale di Pescara, dove il piccolo è arrivato in ambulanza. Dopo una tac di controllo il bambino è stato ricoverato nel reparto di neurochirurgia dove attualmente è monitorato costantemente. Non è escluso che il bambino, nelle prossime ore, venga sottoposto a un delicato intervento chirurgico al capo per rimuovere l’ematoma che si è formato in seguito alla caduta.

I parenti che si sono stretti intorno alla preoccupazione di mamma e papà sperano che le condizioni del bimbo possano migliorare.

L’incidente si è verificato nella tarda serata e l’ambulanza del 118 è arrivata allo Spirito Santo di Pescara intorno alla mezzanotte. Lì, ad attendere il piccolo c’erano già i neurochirurghi allertati dai colleghi del policlinico di Colle dell’Ara.

Il Centro