Casper diventa mascotte di un’università, i funzionari dell’Ateneo lo avvelenano

casper-kFdE-U104060470900526C-640x360@LaStampa.itCasper se ne stava lì, tranquillo su una sedia, mentre i professori universitari diffondevano la loro conoscenza. Non dava alcun fastidio, spesso sonnecchiava. Per gli studenti della Northwest A&F University, a nord-est della provincia cinese dello Shaanxi, Casper era diventato una sorta di mascotte. Nell’era del web e dei social media, alcune sue foto erano circolate e la sua storia era diventata popolare sui media locali.

Una popolarità che ha pagato con la vita. Così come racconta il Daily Mail, i funzionari dell’ateneo lo hanno avvelenato e gettato nella spazzatura. Non è stato l’unico a fare quella fine: un portavoce della direzione universitari ha confermato che Casper, con altri cani, è stato avvelenato perché, in quanto cani randagi, erano ritenuti un potenziale pericolo per gli insegnanti e studenti: «Non possiamo tollerare randagi nel campus. Possono mordere qualcuno e la responsabilità è nostra»

Non la pensano però così molti degli studenti che lo hanno conosciuto e hanno protestato per la decisione presa dai vertici dell’università. «Non era necessario ucciderlo – racconta uno degli allievi -. Se ne stava lì seduto e non era di certo una minaccia per qualcuno. L’università si sentiva in imbarazzo perché la sua presenza poteva dare un’immagine poco professionale dell’ateneo. Ma in realtà avere un animale domestico in classe è in realtà una scelta progressista e lungimirante. Molte persone sono tristi per la sua morte».
Gli studenti si sono accorti della morte di Casper quando non l’hanno visto arrivare a mezzogiorno nei pressi della mensa per mangiucchiare. Il cagnolino è stato poi trovato morto, in un cassonetto della spazzatura. L’ultima sua foto diffusa sul web.

Cina, 22 novembre 2014
di Fulvio Cerutti
Fonte La Stampa
AL

One thought on “Casper diventa mascotte di un’università, i funzionari dell’Ateneo lo avvelenano

  1. GASPER:Ennesima dimostrazione di stupidita Umana elargita da chi dovrebbe insegnare per la vita.

Comments are closed.