Sesso con una minorenne, avvocato condannato: “Era la parcella, me l’ha proposto il padre”

baby squillo prostituteUna storia agghiacciante di degrado e sfruttamento arriva da Palermo, dove un avvocato,è stato condannato per aver fatto sesso con una minorenne. A raccontarla è L’Ora.

Il legale, Giacomo Di Misa, era accusato di aver avuto rapporti sessuali con una 17enne, ma si è giustificato sostenendo che si trattasse di una particolare parcella pattuita con il proprio assistito, il patrigno della ragazza. L’uomo, infatti, aveva costretto la figlia della compagna a prostituirsi ma fu tradito da alcune foto e annunci che aveva postato sul web.

Per questo motivo era stato denunciato e si era rivolto a Di Misa, che non era riuscito a far evitare all’uomo una condanna di sei anni di carcere. Immediatamente dopo è scatto il processo anche per l’avvocato, che è stato condannato a 18 mesi. L’uomo si era sempre difeso sostenendo che tutto era nato da una proposta del patrigno della minorenne.

Palermo, 5 dicembre 2014
Fonte Il Mattino
AL