Ingannato con foto sexy su Facebook, operaio di 35 anni si toglie la vita

facebook adolescentiE’ stato preso in giro per mesi, dopo aver prestato o regalato soldi, per decine di migliaia di euro a donne, presumibilmente dell’Est Europa, conosciute attraverso i social network, che dopo avergli spedito delle foto sexy, gli avevano raccontato un sacco di bugie proprio con lo scopo di trarne un vantaggio economico.

Alla fine non ha retto al dolore e ha deciso di togliersi la vita. Protagonista della vicenda, riportata oggi da “Il Giornale di Vicenza”, un operaio vicentino di 35 anni, residente in uno dei comuni dell’hinterland, che dopo aver dilapidato parte del suo patrimonio è finito in depressione.

Nonostante il conforto dei familiari, che hanno provato a tranquillizzarlo, ha deciso per il gesto estremo, avvenuto nelle settimane scorse. Ora la vicenda è al vaglio della Procura di Vicenza, ma difficilmente sarà possibile risalire alle protagoniste del fatto. All’uomo le donne avevano raccontato di avere bisogno di soldi a causa della malattia di alcuni parenti o per raggiungerlo in Italia, promettendo che li avrebbero restituiti.

Vicenza, 9 dicembre 2014
Fonte Il Gazzettino
AL