Carabinieri aggrediti durante un controllo, sei feriti

carabinieri divisaUna quindicina di immigrati si è scagliata contro una pattuglia e poi sui rinforzi mentre era in corso un’operazione antidroga e contro l’immigrazione clandestina. Quattro fermi

ROMA — Pomeriggio di violenza a piazza Vittorio e in alcune strade dell’Esquilino dove i carabinieri erano impegnati in un servizio antidroga e contro l’immigrazione clandestina. Poco prima delle 14 una pattuglia ha fermato un nordafricano per un controllo dei documenti ma quest’ultimo si è rifiutato di consegnarglieli, allontanandosi subito dopo. A quel punto i militari dell’Arma lo hanno bloccato di nuovo, ma questa volta il giovane è stato spalleggiato da una quindicina di stranieri che hanno aggredito i due carabinieri.

Fuggi fuggi nelle strade del rione attorno ai giardini
A quel punto la pattuglia ha chiesto rinforzi alla centrale operativa. Altri carabinieri sono arrivati all’Esquilino e hanno fermato quattro persone che sono state portate in caserma per accertamenti. Sei i militari dell’Arma rimasti feriti e medicati all’ospedale San Giovanni. All’aggressione alla pattuglia, oltre ai 15 sopraggiunti all’inizio, avrebbero preso parte anche altre persone fuggite poi nelle strade attorno alla piazza.

Corriere della Sera – Rinaldo Frignani
lc

3 thoughts on “Carabinieri aggrediti durante un controllo, sei feriti

  1. Ragazzi Forza, avete tutto il nostro appoggio, maledico questi politici traditori e venduti che vi hanno tolto tutta la credibilità e i mezzi per la vostra difesa, sappiate che noi tutti Cittadini ONESTI Italiani siamo con voi, coraggio terminerà questo periodo di aggressione contro noi e la nostra Nazione.

  2. Sono convinto che, quando i carabinieri (e non solo loro) vengono aggrediti, hanno diritto di sparare.

  3. Prendeteli a legnate dalla mattina alla sera, e ogni volta che li incontrate ancora legnate,senza paura ragazzi,tra poco anzi pochissimo incominciamo anche noi a darvi una mano. Come rimpiango i tempi Di Cossiga.

Comments are closed.