Adesca e narcotizza un quarantenne per rapinarlo, arrestata una bulgara

Carabinieri: nuovo logo per bicentenario dell'ArmaUna bella 40enne bulgara ha narcotizzato e tentato di rapinare, con la scusa di un occasionale rapporto sessuale, un uomo appena conosciuto in un bar. E’ stata così arrestata dai carabinieri di Riccione.

La donna, dopo avere adescato il malcapitato, un 40enne di Cattolica, in un locale e averlo stordito con un paio di drink, l’ha condotto in un residence dove ha tentato di rapinarlo. Tentativo finito male perché l’uomo, rendendosi conto di ciò che stava accadendo, ha reagito fermando la fuga della bulgara chiudendo a chiave la porta della camera.

È stata la donna però a chiamare i carabinieri, asserendo falsamente di aver subito un tentativo di rapina. Una volta sul posto i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Riccione hanno contattato il proprietario del residence, facendosi fornire una chiave passe-partout con cui sono entrati all’interno dell’appartamento. Dopo gli accertamenti del caso, i carabinieri hanno scoperto che la donna per discolparsi, aveva inventato il tentativo di rapina ai suoi danni. L’uomo accompagnato al Pronto Soccorso e sottoposto ad accertamenti ha scoperto di essere stato drogato con benzodiazepine (un forte sedativo) nel sangue. Un flacone dello stesso sedativo è stato trovato nella borsa della donna. La bulgara, già nota alle forze dell’ordine, con precedenti specifici, è stata arrestata per tentata rapina e calunnia. È detenuta nel carcere di Forlì.

Rimini, 12 dicembre 2014
Fonte il Resto del Carlino
AL