L’iniziativa del Comune: via al fondo per rimpatriare gli immigrati

comune-di-padovaUn conto corrente alimentato dalle offerte dei cittadini. Biglietti di sola andata. Bitonci: «Io e i miei assessori faremo i primi versamenti»

Verrà aperto a breve, come riannunciato venerdì dal sindaco Massimo Bitonci, lo speciale «fondo per il sostegno al rimpatrio degli immigrati comunitari che, intenzionati a tornare nel loro Paese, abbandonino immobili pubblici o privati occupati abusivamente, li ripuliscano e li restituiscano ai proprietari». «Io contribuirò personalmente con un versamento – ha fatto sapere Bitonci – e lo stesso faranno gli assessori. E ciascun padovano sarà libero di dare il proprio contributo. Alla richiesta di 2 romeni che bivaccavano nell’ex Foro Boario, se n’è aggiunta un’altra, di 4 connazionali». Ogni cittadino sarà libero di offrire quello che crede – spiegano a palazzo Moroni – fino a coprire la spesa per i biglietti (rigorosamente di sola andata) del pullman dall’Italia ai Paesi comunitari che si aggira attorno ai 70 euro. Non saranno denari che andranno nelle mani dei cittadini immigrati – proseguono dal Comune — bensì ticket nominali per tratte specifiche.

Padova, 13 dicembre 2014
Fonte Corriere del Veneto
AL