Tredicenne ritrova il padre grazie a Facebook ma lui la stupra per mesi

ragazza-tristeLa vicenda risale a 5 anni fa, ma è stata scoperta solo quando la ragazzina è diventata maggiorenne. L’uomo, un 41enne dello Yorkshire, in Gran Bretagna, è stato arrestato e condannato a sei anni di prigione

Era felice per aver ritrovato, grazie a Facebook, il padre. Ma la sua gioia è diventata un incubo: l’uomo, dopo averla invitata a vivere con lui, ha violentato regolarmente la figlia 13enne, a giorni alterni, per sei mesi. L’uomo, un 41enne inglese dello Yorkshire con un passato di alcolismo e depressione, è stato condannato a sei anni di prigione.
La vicenda risale a 5 anni fa, ma è stata scoperta solo lo scorso anno quando la ragazza, diventata maggiorenne, ha raccontato il proprio incubo ai servizi sociali. Il pubblico ministero, Timothy Capstick, ha raccontato che la ragazza non si è mai rifiutata di fare sesso con il padre perché “era mio padre. L’avevo appena ritrovato, e così ho fatto quello che mi chiedeva”. Ed è emerso anche che il padre, prima di stuprarla, la faceva ubriacare.

Londra, 13 dicembre 2014
TGCOM
AL