Una coppia colpevole di adulterio lapidata in pubblico dai militanti Isis

pietre lapidazione pietra lancioSecondo l’Ong, che cità “fonti affidabili”, l’esecuzione è avvenuta nelle vicinanze di Manbej, una città a nord-est di Aleppo, dopo la preghiera del venerdì.

Un uomo e una donna sono stati lapidati in pubblico perché riconosciuti colpevoli di adulterio ieri in Siria da miliziani dello Stato islamico, secondo quanto riferisce oggi l’Ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Secondo l’Ong, che cità “fonti affidabili”, l’esecuzione è avvenuta nelle vicinanze di Manbej, una città a nord-est di Aleppo, dopo la preghiera del venerdì.

Lapidazioni da parte dell’Isis di donne e uomini accusati di adulterio erano già state segnalate dall’Ondus e da altre organizzazioni per i diritti umani nei mesi passati. Recentemente, inoltre, l’Ondus ha anche denunciato l’uccisione con lo stesso supplizio di due giovani di 18 e 20 anni nella provincia siriana di Deyr az Zor, riconosciuti colpevoli di “atti omosessuali”. Un terzo uomo, secondo la stessa organizzazione, è stato finito a colpi di pietra dopo essere stato gettato da un edificio di due piani in una località non precisata a cavallo tra la Siria e l’Iraq, sempre perché accusato di omosessualità.

UnioneSarda